Nuovo libro del Rettore

Stefano Visintin
Come meridiani nelle vicinanze del polo. Scienza, filosofia e religione
EDB, Bologna 2018

Qual è il fondamento della realtà? Perché esiste qualcosa e non il nulla? Si può concepire un destino ultimo dell’anima? Tali domande, che si collocano alla frontiera di discipline diverse, costituiscono da sempre i grandi interrogativi della filosofia e della teologia, ma coinvolgono anche la fisica e la cosmologia, le scienze dell’informazione e la biologia. Questo volume propone un’introduzione alla trattazione moderna e contemporanea dei grandi temi dell’esistenza e intende offrire, in modo sintetico, una panoramica sul pensiero di alcuni autori significativi, mettendoli a confronto ed evidenziando analogie e differenze. È un modo per favorire il passaggio dalla scienza alla sapienza, dalla semplice conoscenza alla capacità di operare una sintesi personale in grado di orientare consapevolmente la propria vita.

Stefano Visintin è professore di Teologia Fondamentale al Pontificio Ateneo Sant’Anselmo di Roma, di cui è Magnifico Rettore. Laureato in Fisica nucleare e dottorato in Teologia, è monaco benedettino dell’Abbazia di Praglia (Padova). Ha pubblicato vari articoli e due monografie: Rivelazione divina ed esperienza umana (Peter Lang 1999) e Teologia e scienza moderna (Bonanno 2010).

Link dell’editore
2018-12-10T16:45:18+00:00Tags: , |