Scienza Politica e Spiritualità
Benvenuto
Moduli
Docenti
Requisiti di accesso
Scienza Politica e Spiritualità

Moduli della didattica

Percorso formativo

Il Corso è annuale, e prevede:

  • Lezioni frontali, ripartite in 7 Moduli Didattici.
  • Esame al termine di ogni modulo didattico.

Previsti interventi/testimonial con rappresentanti del mondo della politica, delle istituzioni amministrative, della cultura del pensiero politico-spirituale.
Consegna Diplomi e Tavola Rotonda a conclusione anno del Corso.

Le lezioni si svolgeranno il venerdì, h. 15,30 – 18,50, presso l’Ateneo S. Anselmo.

Verrà rilasciato Diploma congiunto dalla Facoltà di Filosofia e dall’Istituto di Teologia Spirituale della Facoltà di Teologia del Pontificio Ateneo S. Anselmo.

Aspetti spirituali per l’economia

La disciplina che studia l’azione economica pubblica, approfondirà la conoscenza del processo di formazione delle preferenze della collettività, delle scelta delle istituzioni, delle scelte correnti dell’ente pubblico, facendo emergere le peculiarità degli aspetti spirituali, in modo precipuo la lezione legislativa della Regola di San Benedetto, come valido contributo e sostegno. In particolare saranno approfonditi i temi dell’impresa sociale, dello sviluppo dell’agricoltura sociale.

[Prof. Bernardino Manzocchi]

Dialoghi sull’europa e la comunità internazionale

Il modulo intende illustrare il rapporto complesso ed articolato tra cultura diritto e politica con cui l’Italia ha aderito ai principali organismi internazionale ed all’Unione Europea, in relazione alla sua posizione geopolitica ed in particolare per il portato culturale e giuridico dell’articolo 11 della Costituzione Italiana. Si prenderà poi in esame anche la legislazione internazionale applicabile ai fenomeni di massa dell’immigrazione e del welfare alla luce delle norme sui diritti umani dell’individuo e della collettività. Particolare attenzione sarà rivolta alla applicazione concreta di questa normativa in rapporto alla dimensione culturale dei fenomeni e la loro presenza sui media ed i social networks internazionali ed italiani.

[Prof. Roberto Di Giovan Paolo]

Biopolitica

Se “biopolitica” è un termine spesso usato oggi, il suo significato rimane vago per molti. Il corso intende studiare ciò che significa per alcuni autori (principalmente M. Foucault, G. Agamben e R. Esposito) e le sue conseguenze per questioni politiche come il rapporto privato/pubblico, il governo, il soggetto politico, il gender.

[Prof. Philippe Nouzille]

La spiritualità nell’orizzonte esistenziale dell’umanità

Ognuno di noi è chiamato ad affrontare la propria sfida esistenziale, e non possiamo astrarci dal contesto dell’umanità. I problemi risolti (o no) individualmente, lasciano tracce nella società – ovviamente a vari livelli – e anche la società ci forma. Dove si colloca la spiritualità in questo intreccio esistenziale? Il breve percorso nella storia del pensiero e nelle opere dell’umanità, mostra quanto essa penetri e fecondi le dimensioni più importanti della nostra vita: il pensiero come ricerca di saggezza, la bellezza, l’azione. Le migliori opere della vita sono state costruite sulla spiritualità che, alla fine, permette di resistere e superare i momenti più difficili (per non dire disperati) della vita stessa. La prova dell’indispensabilità della spiritualità, per l’esistenza umana, appare chiara, tanto quanto grande è la diversità degli autori che ne trattano: filosofi e artisti, monaci e laici, santi e non-credenti. Tuttavia le loro parole e opere non sono altro che mera indicazione: la spiritualità, come tale, rimane sempre una dimensione della misteriosità dell’esistenza umana.

[Prof. Bernard Sawicki]

Sociologia e spiritualità della comunicazione politica

Il corso si concentra sulla conoscenza dei fenomeni politici che contraddistinguono gli ambiti della sfera pubblica, considera gli effetti sociali della comunicazione, i tratti e le peculiarità del flusso comunicativo, dal mezzo – nuovi media – al singolo, ai diversi gruppi sociali. Esamina, altresì, il tema della spiritualità della comunicazione politica, rivendicando l’esistenza dello spirito libero rispetto all’attuale società civile. Contempla la necessità di far rientrare nell’eccellenza della cosa pubblica l’importanza della spiritualità, della responsabilità del linguaggio, del valore della Persona.

[Prof. ssa Maria Francesca Carnea]

Etica del politico

Il modulo avrà come centro di riflessione l’approfondimento delle ragioni che rendono necessario il confronto tra etica e politica secondo un’ispirazione o una spiritualità cristiana, ma rispettosa della laicità dell’impegno pubblico.

[Prof. Lucio D’Ubaldo]

Teoria e tecnica della comunicazione politica

Per arrivare alla tecnica attuativa della comunicazione politica, è fondamentale far precedere un approfondimento tematico sulla teoria generale della comunicazione. In particolare vanno evidenziati in sequenza storica tutti quegli aspetti evolutivi propri della informazione, modalità teoriche applicate nei diversi periodi storici fino ai giorni nostri. La tecnica della comunicazione politica, ha subito negli ultimi anni delle fortissime evoluzioni, tanto veloci in linea con gli strumenti informatici avanzati che si stanno sviluppando continuamente. Il legislatore non riesce nemmeno a stare dietro alla emanazione di norme, poiché la materia per poter essere regolata deve essere conosciuta. La tecnica della comunicazione politica è una evoluzione continua, e necessita di una adeguata preparazione e conoscenza degli strumenti che si vogliono utilizzare per il raggiungimento di determinati obiettivi. Le differenze tra la carta stampata ed il web, la deontologia professionale che oggi serve a “certificare” le informazioni, il linguaggio da utilizzare soprattutto nei contenuti rappresenta oggi una esigenza fondamentale di conoscenza al fine di poter cogliere le moltissime opportunità di questo settore. Nella parte teorica della sessione di corso verranno dunque trattate tutte quelle tematiche che introducono in una fase attiva, mettendo il corsista, nelle condizioni di dover/poter conoscere ed utilizzare i metodi “produttivi” delle informazioni, i link, le indicizzazioni, ed il modus operandi da adottare a livello pratico ed i relativi riscontri. La sessione tratterà anche i rischi che comporta una comunicazione non corretta, e tutte le strategie da adottare per sviluppare un piano di comunicazione completo e soddisfacente.

[Prof. Daniele Imperiale]


Elenco dettagliato dei moduli

È possibile visionare l’elenco dettagliato dei Docenti con rispettivi moduli cliccando su: Google document link