Documenti richiesti

NOTA BENE: Nel caso in cui mancasse un documento, lo studente può iscriversi come studente "straordinario". La sua posizione resterà tale fino a quando non consegna il documento mancante. In assenza del documento lo studente non può concludere gli studi.

Richiediamo i seguenti documenti:

  1. Certificazione autentica degli studi precedentemente svolti, da cui risulti: titolo conseguito, numero di anni frequentati, materie svolte, crediti e voti. Gli studenti non italiani devono farsi rilasciare una dichiarazione dall’autorità diplomatica o consolare italiana presente nella loro nazione che attesti che il titolo di studio che si possiede da diritto all’iscrizione presso le università statali del loro paese (“dichiarazione di valore”);
  2. Autorizzazione del Decano / Preside (questa è necessaria anche nel passaggio da un ciclo ad un altro);
  3. Per gli studenti ecclesiastici, seminaristi e religiosi: lettera di presentazione del superiore. Per gli studenti laici: lettera di presentazione da una persona ecclesiastica;
  4. Una (1) foto formato tessera;
  5. Studenti dell’Unione Europea: certificato di nascita, passaporto o carta d’identità (fotocopia e originale);
  6. Gli studenti che non provengono dalla UE devono presentare in Segreteria:
    1. La fotocopia del passaporto, che va depositata in Segreteria, mostrando l’originale;
    2. Il visto di studente rilasciato dall’autorità consolare italiana nel paese di provenienza (il visto turistico non è valido).
      Per avere il visto di studente la Segreteria rilascia, su richiesta dello studente interessato, un documento di preiscrizione, che verrà convalidato dal rappresentante della Santa Sede nel paese dello studente.
      Per gli studenti ecclesiastici, seminaristi e religiosi il certificato di preiscrizione viene rilasciato se la richiesta è accompagnata da una lettera di presentazione del superiore.
      Per gli studenti laici il certificato di preiscrizione viene rilasciato se la richiesta è accompagnata da:
      1. Lettera di presentazione in originale dell’ordinario della Diocesi di provenienza dello studente;
      2. Dichiarazione di responsabilità da parte di un privato o di un ente, a riguardo del pagamento di vitto, alloggio e spese mediche dello studente. Tale dichiarazione dovrà avere il nulla osta dell’ordinario della diocesi italiana di appartenenza del privato o dell’Ente che la redige. Nel caso lo studente presenti una dichiarazione di auto-mantenimento, quest’ultima dovrà essere contro firmata dall’ordinario della diocesi da cui lo studente proviene.
  7. Per i sacerdoti diocesani che dimorano in Roma fuori dei convitti e collegi ecclesiastici: Certificato annuale di extracollegialità, rilasciato dal Vicariato di Roma (i dettagli sono disponibili in Segreteria).