Ragione plurale

Ragione plurale 2017-08-02T16:14:45+00:00

UFFICIO PUBBLICAZIONI

Piazza dei Cavalieri di Malta, 5
00153 Roma - Italia

Phone: 06.5791.320

Fax: 06.5791.366

Ragione plurale

Casa editrice: Aracne (Roma)

Prossimi volumi della collana:
Dio, ragione, verità, a cura di A. De Santis e Ph. Nouzille;
L’uno e l’altro, a cura di A. De Santis e Ph. Nouzille.

a cura di Philippe Nouzille
L’animale

Se una parte della riflessione contemporanea tende a ridurre la differenza tra l’uomo e l’animale — ora animalizzando l’uomo, ora umanizzando l’animale e costituendolo come soggetto di diritto — la tradizione filosofica continua ad articolarsi tra prospettive opposte: continuità tra uomo e animale o rottura radicale tra essi. I testi raccolti nel volume cercano di formulare alcune proposte interpretative di tale rapporto, inscrivendole nella tradizione fenomenologica e concentrandosi su ciò che può significare per l’uomo essere un vivente.Contributi di Virgilio Cesarone, Felice Cimatti, Vincenzo Costa, Carmine Di Martino, Silvano Facioni, Andrea Grillo, Dieter Lohmar, Philippe Nouzille, Stefano Oliva, Riccardo Paparusso.

[ … segue]

a cura di Pierfrancesco De Feo
Il nihil nell’alto Medioevo

La riflessione sul nihil nell’Alto Medioevo tenta di rispondere a una questione di perenne attualità: se Dio «ha fatto bene ogni cosa» (Mc 7,37), se il bonum è convertibile con l’ens, che posto ha in questo ordine il nihil? La domanda si pone a livello logico (come può esistere una vox il cui significato è l’assenza di ogni significato?), ontologico (che cosa vuol dire che Dio ha creato le cose dal nulla? Se e quale modalità di esistenza può avere il nulla tra le idee–modello per mezzo delle quali è avvenuta la creazione?), gnoseologico (come si può conoscere il nulla?), etico (se tutto il creato è bonum, quali implicazioni presenta porre il nihil come non bonum o il male come nihil?).Contributi di Armando Bisogno, Giovanni Catapano, Marta Cristiani, Pierfrancesco De Feo, Renato De Filippis, Giulio D’Onofrio, Paul Gilbert, S.J., Ernesto Sergio Mainoldi, Philippe Richard, Pascaline Turpin, Luisa Valente.

[ … segue]

Trame del sé
Lo sguardo fenomenologico di Nishida Kitarō

Letizia CocciaNishida Kitaro è considerato il maggiore filosofo giapponese moderno, un punto di partenza imprescindibile per una discussione sulle possibilità della filosofia in Giappone e non solo. . .

[ … segue]

a cura di Ph. Nouzille
Fenomenologia e umanesimo

L’uomo immagine irrapresentabileQuando Agostino nelle Confessiones scrive «Quaestio mihi factus sum», apre una grande questione, la possibilità che l’uomo non soltanto s’interroghi su di sé ma possa domandare di sé.Contributi di Angela Ales Bello, Stefano Bancalari, Carla Canullo, Emmanuel Falque, Edoardo Ferrario, Alain Flajoliet, Jean-François Lavigne, Philippe Nouzille, Nicola Reali, Francesco Valerio Tommasi.

[ … segue]