Pontificio Istituto Liturgico

Pontificio Istituto Liturgico2019-11-06T10:06:58+01:00

Corsi anno accademico 2019 – 2020

Nelle relative pagine puoi scaricare la brochure informativa

BACCALAUREATO IN SACRA LITURGIA

Il Baccalaureato in Sacra Liturgia è finalizzato alla preparazione degli studenti allo studio della Liturgia, attraverso una formazione liturgica e teologica della lettura delle fonti e alla letteratura dei grandi autori della scienza liturgica, affinché “i fedeli esprimano nella loro vita e manifestino agli altri il mistero di Cristo e la genuina natura della vera Chiesa” (SC. 2). Il SL.B. fornisce i requisiti per l’accesso alla Licenza in Sacra Liturgia.

Corsi estivi 2019

Nelle relative immagini puoi scaricare la brochure informativa

ESAMI DI AMMISSIONE LICENZA PIL 2019-2020 

Tutti gli studenti devono avere una conoscenza adeguata del latino e del greco, un esame di ammissione valuterà il grado di conoscenza delle lingue classiche. Superare l’esame consentirà l’iscrizione dello studente direttamente al programma biennale di licenza.
Si pubblicano online, a modo di esempio, i testi utilizzati negli anni precedenti per l’esame verifica di lingua latina e greca.
I testi sono a disposizione degli studenti che vogliono esercitarsi al fine di poter affrontare la prova di ingresso del latino e del greco poter accedere agli studi di licenza al PIL.

SCARICA PROVA DI LATINO — PROVA DI GRECO

3 OTTOBRE 2019 – ore 9.00, Aula I:

esame-verifica di latino (scritto)

L’esame di ammissione di lingua latina consiste in una traduzione (due brani scelti fra tre o quattro proposti), nell’analisi del periodo e di una traduzione di quattro frasi di autori cristiani tardoantichi o medioevali di un argomento cristiano e liturgico.
La prova scritta ha una durata di due ore. È consentito l’utilizzo di un buon dizionario.
l candidati, futuri studiosi delle fonti della Liturgia, devono dimostrare di saper padroneggiare con sicurezza e correttezza la lingua latina: durante il curricolo di studi dovranno consultare, analizzare e comprendere le fonti in lingua originale.
Programma d’esame: grammatica e sintassi della lingua Latina.
Qualora l’esito dell’esame sarà insufficiente (< 6), risulterà non superato.

3 OTTOBRE 2019 – ore 16.00, Aula I:

esame-verifica di greco (scritto)

L’esame di ammissione di lingua greca consiste in una traduzione (due brani scelti fra tre o quattro proposti), nell’analisi del periodo e e di una traduzione di quattro frasi di autori cristiani tardoantichi o medioevali di argomento cristiano e liturgico.
La prova scritta ha una durata di due ore. È consentito l’utilizzo di un buon dizionario.
l candidati, futuri studiosi delle fonti della Liturgia, devono dimostrare di saper padroneggiare con sicurezza e correttezza la lingua greca: durante il curricolo di studi dovranno consultare, analizzare e comprendere le fonti in lingua originale.
Programma d’esame: grammatica e sintassi della lingua greca, in particolare Neotestamentaria.
Qualora l’esito dell’esame sarà insufficiente (< 6), risulterà non superato.

In evidenza

Thesaurus Italiæ Liturgicus

Progetto di ricerca scientifica Il progetto Thesaurus Italiæ Liturgicus il cui avvio è stato finanziato dalla Conferenza Episcopale Italiana è promosso in particolare dall’Ufficio Liturgico Nazionale e sostenuto dal Pontificio Istituto Liturgico del Pontificio Ateneo Sant’Anselmo (Roma). Il progetto intende individuare i manoscritti, identificarli per tipologia, curarne la descrizione, facilitarne la consultazione in rete. Per la descrizione dei manoscritti liturgici si utilizzerà Manus online con le specifiche Mol liturgica recepite dall'Istituto Centrale del Catalogo Unico del Ministero dei Beni e le Attività culturali e il Turismo, sulla base delle indicazioni fornite dal prof. Giacomo Baroffio con la collaborazione dell’Ufficio Nazionale per i beni culturali ecclesiastici e l’edilizia di culto della Conferenza Episcopale Italiana.

Eventi