Stampa
Categoria: News
Visite: 408


Cari studenti,

spero abbiate trascorso il periodo Natalizio nella serenità delle vostre famiglie o delle vostre comunità religiose.

Alla ripresa delle lezioni ci attendono nuove sfide accademiche e di studio, le quali, negli ultimi due anni, si inseriscono con quelle poste dalla pandemia COVID-19 e che coinvolgono tutti in qualsiasi ambito della vita.

In queste ultime settimane, purtroppo, l’andamento epidemiologico ha visto un notevole aumento dei contagi. Fin dall’inizio dell’anno accademico abbiamo fatto quanto possibile, con buoni risultati, per rendere la nostra Comunità accademica un luogo sicuro. Ora lo sforzo di ciascuno, a tutti i livelli, deve essere rafforzato, sapendo che la nostra personale attenzione aiuta noi e tutti gli altri a vivere in un ambiente di studio sereno. Questo va fatto senza eccessi e paure, ma certamente con decisione e prudenza.

Come accaduto prima della pausa natalizia, le attività didattiche continueranno a svolgersi prioritariamente in presenza e continueranno ad essere garantite le lezioni da remoto, per consentire a tutti la partecipazione; anche a coloro che per motivi sanitari non potranno partecipare alle attività didattiche in presenza.

Invito tutti voi ad accedere alla sezione del sito AVVISI COVID-19, che sarà aggiornata tempestivamente in caso di novità, per avere indicazioni su quali obblighi e quali accorgimenti usare in questo momento, secondo quanto stabilito dalle attuali leggi italiane e dal buon senso.

Vorrei ricordare l’obbligo del Green Pass per accedere all’Ateneo, come già accade fin dall’inizio dell’anno accademico, e spingere caldamente tutti ad osservare, col massimo scrupolo, il corretto uso della mascherina specialmente al chiuso, nelle Aule e in Biblioteca, ricordando che la legislazione vigente impone l’obbligo di mascherina anche all’aperto.

L’attenzione di tutti su questi aspetti delicati, anche nel difficile contesto odierno, aiuterà a non perdere la ricchezza umana e di studio derivante dalla didattica in presenza e a poter tornare quanto prima ad un grado più normale di socialità, accademica e collettiva, che per ora in gran parte ci è esclusa.

Auguro a tutti voi di cuore un proficuo e sereno 2022!

P. Bernhard Eckerstorfer OSB Rettore

Roma, 10 gennaio 2022