54112 - Jean Leclerq e la riscoperta della Teologia Monastica: le sue fonti patristiche e medievali

ECTS: 3

Docente: F. Rivas

Intorno al 1950, Jean Leclercq ha affermato che i testi medievali (Bernardo, Anselmo, Guglielmo, ecc.), che di solito venivano letti come testi edificanti per la vita spirituale, sono veri testi teologici. Vale a dire: i monaci avevano la loro strada e certi presupposti teologici, che sviluppavano dai primi secoli della Chiesa, e che non volevano cambiare di fronte alla nascente teologia accademica che si sviluppava dall'insegnamento scolastico. E a questo, Leclercq dà il nome di Teologia Monastica.

Come è stata accolta questa tesi, quali sono stati i suoi punti di appoggio (autori moderni, movimenti teologici e liturgici, ecc.) e come è stata accolta nella Chiesa, è l'argomento di questo corso. Allo stesso modo, quali sono le tesi fondamentali di questa Teologia Monastica, così come le forme letterarie che assume, sono trattate in questo corso.