Il corso per il conseguimento del Baccalaureato in Liturgia (SL.B.) si prefigge di contribuire a una qualificata formazione degli studenti nei confronti della Liturgia, attraverso lo studio delle fonti e della letteratura dei grandi autori della scienza liturgica, affinché «esprimano nella loro vita e manifestino agli altri il mistero di Cristo e la genuina natura della vera Chiesa» (SC 2). Il SL.B. fornisce i requisiti per l’accesso alla Licenza in Liturgia.

Nota bene
Il SL.B. abilita gli studenti a iscriversi al biennio di Licenza in Liturgia del PIL senza ulteriore esame di ammissione.
Il SL.B. equivale a una laurea triennale in Liturgia.
Il SL.B. dà diritto ad accedere al Baccalaureato in Teologia (ST.B.) solo dopo aver ottenuto il riconoscimento dei corsi superati e aver integrato nel curriculum alcuni corsi previsti dal programma per il Baccalaureato in Teologia (ST.B.) e il biennio filosofico.
Il Baccalaureato in Teologia (ST.B.) consente invece l’accesso alla Licenza in Liturgia, previo test di ammissione per la lingua latina e greca e, per gli studenti stranieri, anche della lingua italiana.

Scarica la brochure con il programma 2022-2023

Possono iscriversi al I ciclo per il Baccalaureato in Liturgia (SL.B.) tutti coloro che sono in possesso di un diploma di studi medi superiori necessario per l’ammissione ad una università statale nel paese di origine dello studente.
L’Istituto esige dagli studenti stranieri un test di ingresso per valutare la conoscenza della lingua italiana. Per gli studenti di formazione classica sarà necessario effettuare un test di livello che attesti il grado di conoscenza delle lingue classiche (latino e greco).
Gli studenti dell’ISSR che hanno completato gli studi e vogliono specializzarsi in Liturgia, dopo la convalida delle materie comuni, possono ottenere il SL.B. concordando un programma di studi con il Preside.
Gli studenti che hanno compiuto studi quinquennali filosofico-teologici, ma non sono in possesso del ST.B. e vogliono specializzarsi in Liturgia, dopo la convalida delle materie comuni, possono ottenere il SL.B. concordando un programma di studi con il Preside.

Il programma degli studi triennale comprende le seguenti aree nelle quali saranno distribuite una o più materie:

a. Discipline principali (obbligatorie): 64 ECTS
- Sacra Scrittura: introduzione ed esegesi (25 ECTS)
- Teologia fondamentale e dogmatica (15 ECTS)
- Teologia sacramentaria (9 ECTS)
- Storia della Chiesa e Patrologia (9 ECTS)
- Teologia spirituale e teologia ecumenica (6 ECTS)

b. Discipline principali caratterizzanti (obbligatorie): 35 ECTS
- Approccio antropologico e teologico alla Liturgia (3 ECTS)
- Storia delle chiese orientali (3 ECTS)
- Teologia liturgico-sacramentale generale (2 ECTS)
- Liturgia I: introduzione e storia della Liturgia (3 ECTS)
- Liturgia II: la Liturgia e il tempo (3 ECTS)
- Liturgia III: Liturgia pastorale e spirituale (3 ECTS)
- Introduzione ai libri liturgici (3 ECTS)
- Liturgie orientali (3 ECTS)
- Lettura teologica della Sacrosanctum Concilium (3 ECTS)
- Diritto canonico III: diritto sacramentale (3 ECTS)
- Teologia pastorale e della missione (3 ECTS)
- Liturgia Horarum (3 ECTS)

c. Discipline ausiliari (obbligatorie): 55 ECTS
- Greco (20 ECTS)
- Latino (32 ECTS)
- Pro Seminario di ricerca scientifica (3 ECTS) *

d. Discipline ausiliari (opzionali): 12 ECTS
- 2 corsi a scelta (6 ECTS)

e. Esame comprensivo: 14 ECTS

* Al primo anno d’iscrizione si aggiunge sempre il Pro Seminario di ricerca scientifica (3 ECTS), che fa parte dell’anno propedeutico del PIL..

Il totale degli ECTS (European Credit Transfer System) è di 180.